Noi del “Partito Testimone”

“Ha dato la notizia ieri sera in conferenza stampa, il sindaco di Naro. Ha annunciato le sue dimissioni dicendo che non sarebbe più in grado di badare alla città del barocco viste le svariate problematiche che da diverso tempo la stanno affliggendo, 

come ad esempio: zone residenziali al buio, buche distribuite ovunque sulle arterie principali, monumenti puntellati e abbandonati, centro storico fatiscente. Molti cittadini presenti alla conferenza stampa sono scoppiati in lacrime, increduli. Il corpo dei vigili urbani da stamani è in alta uniforme a sorvegliare il palazzo di città. Maggiori novità nelle prossime ore.”

*P.D.A*

Quello che voleva essere un “Pesce d’Aprile “ come racconta l’amico Terranova di Teletua, non è altro che il capolinea di una amministrazione disastrosa, di una amministrazione che niente ha saputo fare per far uscire Naro dal baratro dove è finita, una maggioranza che insieme e d’accordo con la minoranza, hanno rinviato per 2 e dico due anni la rinuncia al gettone di presenza, o la riduzione delle indennità di Sindaco,vice Sindaco, Presidente del Consiglio e Assessori. Un’amministrazione che non è capace di svincolarsi dalla “SOLE” e pagare cifre assurde per la gestione. Un’amministrazione che non è capace di rattoppare buche e quando lo fa, lo fa con molta sabbia e poco cemento anche se in campagna elettorale andavano dicendo che: “Avrebbero  fatto  una riqualificazione urbana con l’utilizzo di manodopera dagli ex LSU invece il barocco cade a pezzi”.

Un’amministrazione che aveva promesso la messa in sicurezza dello stadio ma, ancora oggi, regna il degrado più assoluto che prontamente viene ripulito per l’arrivo del Circo. Queste sono una minima parte delle cose che non vanno nel nostro Comune, un comune che è amministrato da gente che fa parte di quella cerchia di politici elettoralistici,infatti: "C’è il partito elettoralistico che esiste per vincere le elezioni e catturare il consenso frodando chi lo stesso consenso dà, e all’altro estremo esiste il «partito testimone» che si costituisce per affermare valori etico-politici e, appunto, dare testimonianza di una buona città politica. Questo secondo tipo di partito sa di non essere maggioritario, ma non se ne cruccia più di tanto. Se la sua volta verrà, tanto meglio; ma se non viene non è la fine delmondo.

Forse il tempo è galantuomo. Diamo tempo al tempo. Si è vero il tempo è galantuomo ma ogni galantuomo nel corso della sua vita trova degli ostacoli “anche Dante il sommo poeta nel mezzo del cammin di nostra vita si ritrovò per una selva oscura che la dritta via era smarrita”, e mi riferisco ai “Grullini” che sono convinti di essere il primo partito a Naro, signori cari mi auguro che anche voi non facciate la fine che il movimento sta facendo a livello nazionale, non siete politicamente preparati ad affrontare la politica seria;il fatto che diciate "Sì, non esclude una vostra responsabilità diretta nel causare problemi oggi. Quindi non siete esenti da critiche, infatti i 10 saggi sono causa vostra! Avreste potuto tenere "per le palle" Pierluigi Bersani e togliergli la fiducia ogni volta che non vi andava giù qualcosa. Invece no e ci avete regalato 2 settimane di Monti fino al prossimo Presidente della Repubblica. 

Questo la gente lo ha capito e a giugno 2013 vi darà risposta, si cari Grullini perché oramai siete in un vortice discensionale che non si ferma più , se dite ”NO”per colpa vostra non si farà il governo, e la gente alle urne vi punirà, se dite “SI” sarete uguali a quelli che per 20 anni come dite voi hanno affossato il paese. Un consiglio per le comunali a Naro: restatevene a casa perché Naro ha un vitale bisogno di una ripresa seria e concreta e di gente che sa cosa sia una delibera, che sa come si fa un bilancio, e tutte quelle forme burocratiche che servono a far andare avanti un comune.

Quest’anno arriverà la TARES, ci sarà nuovamente l’IMU e quasi sicuramente l’IVA passerà dal 21 al 22%, tre mazzate che metteranno in ginocchio la nostra comunità. Allora chiedo al Sindaco, al Presidente del Consiglio e alla giunta tutta, quali misure di sviluppo sono state messe in essere al fine di non creare nuovi poveri? Cosa c’è in cantiere per far ripartire la nostra comunità? Se a queste domande non arriverà nessuna risposta credo che sia doveroso da parte vostra rassegnare le dimissioni irrevocabili per sopravvenuta inefficienza politico amministrativa.

Dino Di Caro

Non hai privilegi per postare commenti

Scritto da Redazione_GV

l'igNaro - il giornale di Naro

  • piazza Marconi, 51 - 92028 Naro (AG)
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • 380 6886642 - 347 8709879

  • Contattaci o inviaci il tuo articolo

 

S.O.S. CHICO

S.O.S. Chico